ANNULLIAMO?

webapps.sit.puglia.it-freewebapps-CTR-index.htmlMartedì scorso, 1° marzo 2016, di mattina, appena immessomi sulla S.S. 7 per andare a Brindisi, alla prima piazzola di sosta dopo lo svincolo della Sant’Andrea, passai davanti ad una pattuglia della polizia locale appostata con l’autovelox.

Passato d’innanzi alla vettura parcheggiata nella piazzola mi resi conto che si trattava dei vigili urbani di Oria, e non di Latiano, come avevo in un primo tempo pensato.

Il pomeriggio dello stesso giorno, la pattuglia era nuovamente lì: lo so perché sono dovuto ritornare a Brindisi. Durante il resto della giornata spesso mi ritrovavo a pensare a quella pattuglia e, più ci pensavo, più qualcosa non mi quadrava: era un posto insolito quello scelto quel primo giorno del mese di marzo dai vigili di Oria… solitamente la collocazione dell’autovelox del Comune era nella immediata prossimità dello svincolo per la Sant’Andrea. Avevo sempre saputo che proprio sullo svincolo insiste un lembo del territorio del Comune di Oria che legittima il posizionamento dell’autovelox. A fine giornata potei finalmente verificare la posizione dell’autovelox nuovo nuovo, comprato nell’ottobre scorso dall’Amministrazione Ferretti alla modica cifra, se non ricordo male, di 57.000 euro e, trovai conferma a quelli che erano i miei sospetti: la pattuglia era stata tutto il giorno appostata in agro di Latiano.

Ciò significa che le multe non sono legittime e saranno invalidate se opposte dai malcapitati.

Nella foto sopra, si può agevolmente notare come il pallino rosso, che indica la posizione dell’autovelox il 1° marzo scorso, si trovi in pieno territorio di Latiano.

Non ho ancora capito a cosa si riferisca il Sindaco di Francavilla che, in un articolo pubblicato il venerdì successivo (4 marzo 2016) sul Quotidiano, parla di sconfinamento e di risarcimento. Primo perché lo sconfinamento c’è stato ma nel territorio di Latiano e non di Francavilla Fontana, secondo perché non si tratterebbe di un bottino o di un tesoro ritrovato sotto terra e che pertanto spetterebbe al proprietario del suolo salvo ricompensa del 10%, ma, piuttosto, di illegittimità da sanare da parte del Comune di Oria.

Pertanto io suggerirei al Sindaco di Francavilla di non essere geloso e, per finanziare i servizi sociali, di comprarsi un autovelox nuovo nuovo così come ha fato Ferretti ad Oria, che tanto di superstrada sul territorio di Francavilla ce n’è tanta: E invito il Comune di Oria ad annullare in autotutela tutte le multe elevate in quel giorno e, eventualmente, negli altri giorni in cui l’apparecchio infernale è stato mal posizionato. Ciò per evitare che chi sa possa difendersi e chi non sa paghi ingiustamente.

Tanto il danno alle casse comunali è stato fatto lo stesso: un giorno intero due vigilesse inutilmente fuori con la pattuglia e con lo strumento di tortura in funzione.

Share
Questa voce è stata pubblicata in autovelox e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.