C’È STAFF E STAFF

Qualcuno, probabilmente in buona fede, attraverso commenti su facebook in materia di Staff, ed in particolare con riferimento alle scelte compiute negli ultimi anni dalle Amministrazioni che si sono succedute, sta facendo “di tutta l’erba un fascio”, trascurando però che differenze tra le scelte compiute dal Sindaco Ferretti e quelle recenti del suo successore Pomarico esistono, sono numerose e sono sostanziali.

1) Innanzitutto Ferretti formò uno staff senza guardare al colore politico ma badando esclusivamente alle capacità dei soggetti, infatti fu assunto l’ing. Dilevrano che non mi risulta che all’epoca fosse schierato politicamente ne che lo sia tuttora; fu scelto perché, a parte il curriculum di elevatissimo spessore, aveva in precedenza dimostrato di essere molto efficace per la soluzione di annosi problemi, e la scelta si è rivelata poi azzeccatissima per il grosso contributo che ha dato per la zona PIP.

L’avvocato Rita Patisso, ugualmente, fu selezionata per il rioridino del contenzioso e, anche lei non si è mai schierata se non alle recentissime elezioni amministrative dove si è candidata, peraltro, nel centrosinistra. Per non parlare poi del dott. Fanuzzi, che addirittura era a quel tempo nello staff del Presidente della Provincia di Brindisi Errico (centrosinistra) e che si interessava attivamente alle vicende del partito democratico cui apparteneva. Quest’ultimo con il suo contributo ci aiutò a conseguire importanti risultati: si pensi che se non ci avesse informati di un bando che la Provincia “teneva nascosto”, e per il quale poi lavorò anche di notte insieme all’ing. Dilevrano e all’architetto Incalza, non avremmo mai ricevuto il finanziamento di 1,8 mln. di euro per il completamento della zona PIP.

Non vi dico i malumori tra alcuni consiglieri di centrodestra (di maggioranza) dovuti proprio al fatto che le scelte non erano state orientate secondo politica e, anzi, addirittura avevano interessato professionisti semmai riconducibili alla parte politica avversa.

2) Ferretti scelse profili di elevata professionalità e massimo livello di scolarizzazione: tutti laureati e dotati di significativa esperienza.

3) Ferretti non anticipò sui giornali ed in televisione quella che poi sarebbe stata la propria scelta.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.