COMUNICATO DEI CONSIGLIERI DI MINORANZA SU: “CONTROVERSIA COLLE IRIS” E “NOMINA RESPONSABILE DELL’UFFICIO DEL CONSIGLIO COMUNALE”

COMUNICATO STAMPA

 

 

      I Consiglieri Comunali Cosimo Ferretti, Angelo Mazza, Giuseppe Carbone, Ermanno Vitto e Lino Spina comunicano che lo scorso 8 maggio hanno inoltrato un circostanziato esposto all’Ispettorato per la Funzione Pubblica con richiesta di intervento ex art. 60 del D.Lgs. 165/2001 in merito alla vicenda della nomina del Responsabile dell’Ufficio del Consiglio Comunale, ad avviso degli stessi Consiglieri illegittima oltre che potenzialmente foriera di danni economici per l’Ente.

    In precedenza il Consigliere di opposizione Angelo Mazza aveva presentato sulla medesima questione una interrogazione al Sindaco la cui risposta, pur essendo stata diffusa dallo stesso Responsabile dell’Ufficio del Consiglio Comunale in maniera anomala sul  “web” e trasmessa a tutti i Consiglieri Comunali anziché solo all’istante (quasi a volerle dare il significato di una sorta di “lezione”), è però risultata assolutamente carente e comunque non convincente. In sostanza si ritiene che il decreto del Sindaco prot. 5896 del 20/03/2012 di nomina del Responsabile dell’Ufficio del Consiglio Comunale presenti evidenti violazioni di Regolamenti Comunali, di legge e del contratto collettivo nazionale di lavoro degli Enti Locali.

    I Consiglieri di minoranza hanno formalmente chiesto all’Ispettorato un intervento ispettivo presso il Comune di Oria al fine di verificarne l’azione amministrativa nell’ambito dei propri compiti ispettivi di vigilanza sulla conformità dell’azione amministrativa ai principi di imparzialità e buon andamento. I Consiglieri di opposizione si riservano comunque ulteriori azioni finalizzate all’ottenimento dell’annullamento del decreto del Sindaco.

    In pari data è stata depositata al protocollo del Comune di Oria una interrogazione in merito alla controversia Antonini/Comune di Oria che potrebbe costare all’Ente un risarcimento finanche milionario, se si considera che la richiesta di parte è di quasi tre milioni di euro.

      L’interrogazione ha lo scopo di conoscere le azioni messe in atto dall’Amministrazione per scongiurare l’indennizzo o quanto meno limitarne massimamente l’importo, soprattutto alla luce di quanto riportato in un articolo pubblicato nel n. 18 del quindicinale “Lo Strillone” che ha riferito circostanze e fatti della vicenda di fondamentale importanza ai fini degli esiti della controversia e perciò senz’altro meritevoli di approfondimento da parte dell’Amministrazione.

    L’interrogazione ha anche lo scopo di spronare l’Amministrazione Comunale, a dire il vero apparsa piuttosto “morbida” sulla vicenda (tanto si desume da alcune affermazioni del Sindaco, di altri esponenti politici di maggioranza e, finanche, di alcuni funzionari comunali), a che attui ogni possibile misura per scongiurare una nuova emorragia di fondi pubblici su una richiesta di risarcimento che appare evidentemente ed oltremodo ingiusta. Si allega interrogazione. (CLICCA QUI PER LEGGERE L’INTERROGAZIONE)

     Oria, 12 maggio 2012

    F.to Consiglieri Comunali:  Cosimo Ferretti, Angelo Mazza, Giuseppe Carbone, Ermanno Vitto e Lino Spina

Share
Questa voce è stata pubblicata in ispettorato funzione pubblica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.